Perché esistono diversi offerenti di CIP?

Il settore sanitario è di competenza dei Cantoni. Quindi sono stati sviluppati diversi progetti autonomi che riflettono l’organizzazione cantonale delle reti di cura. Insieme formano il progetto della cartella informatizzata del paziente (CIP).

I professionisti della salute e le loro strutture si sono uniti in consorzi con una propria organizzazione tecnica. Tali consorzi forniscono la CIP alla popolazione e a tutti i professionisti della salute. Sono questi gli offerenti di CIP, chiamati anche comunità di riferimento.

Esistono quindi diversi offerenti di CIP che operano a livello cantonale, regionale o nazionale. Devono sottoporsi a una procedura di certificazione, la quale attesta che, insieme ai loro partner, soddisfano i requisiti tecnici e organizzativi necessari per garantire la sicurezza dei dati, ma anche che sono compatibili tra loro.

È quindi possibile scegliere liberamente l’offerente di CIP presso il quale aprire la propria CIP, che sarà valida in tutta la Svizzera, anche se il proprio medico curante è affiliato a un altro offerente.

L’esistenza di più offerenti evita anche che i dati sanitari siano archiviati presso un’unica organizzazione centralizzata, a tutto vantaggio della sicurezza dei dati.

 

Più punti di apertura

Ogni offerente di CIP può stabilire i punti di apertura, che possono essere negli ospedali, negli uffici postali o nelle farmacie. Il numero dei punti di apertura aumenterà con il tempo; quindi la loro presenza in tutta la Svizzera consentirà alla popolazione un migliore accesso.

Metta alla prova le Sue conoscenze relative alla CIP

Conosce bene la CIP?

Metta alla prova le Sue conoscenze: bastano 10 risposte! Qui trova un riassunto delle informazioni principali sulla CIP, complete di domande per verificare le Sue conoscenze.